Cosa dobbiamo aspettarci dal Google nel 2020

No Comments

Se volessimo riassumere il 2019 per Google, probabilmente dovremmo iniziare con “Hey Google”. L’azienda ha spinto Google Assistant in diverse direzioni, ma comincia a sembrare che Assistant sia il collante che tiene insieme moltissime idee diverse

Google è davvero un’azienda di dati: sa chi siamo, cosa cerchiamo e soprattutto cosa vogliamo. Ci aiuta mentre guidiamo con le mappe, indicizza il contenuto delle nostre foto e gestisce circa la metà degli smartphone del mondo attraverso Android.

Ma la grande novità è Google Assistant, o meglio l’intelligenza artificiale in crescita di Google, che può restituire tutti questi dati aiutando veramente l’utente a trovare ciò di cui ha bisogno.

In realtà sono Assistant e AI che comandano tutti i singoli dispositivi. I telefoni di Google funzionano grazie all’IA della fotocamera, i dispositivi di casa di Google grazie all’IA di Assistant mentre cose come la trascrizione della voce dal vivo, o la possibilità di rispondere alle chiamate telefoniche non fanno altro che rafforzare l’importanza dell’IA nel futuro di Google stesso

Mentre i dispositivi di casa sono stati generalmente ben accolti, nel 2019 Google ha avuto difficoltà con i suoi smartphone. Le fotocamere sono di alta qualità, ma il Pixel 4 è stato criticato in particolare per la breve durata della batteria; Google ha comunque trovato il successo con il Pixel 3a, mettendo una potente fotocamera nelle mani delle persone a un prezzo altamente concorrenziale.

Assistente Google e intelligenza artificiale

Questo sarà un punto chiave per Google nel 2020. Nel 2019 abbiamo visto il piccolo (ma enormemente significativo) cambiamento che Google Assistant ha fatto con la sua elaborazione vocale sul dispositivo, piuttosto che nel cloud. Questo non è solo la chiave per la privacy, ma riduce la richiesta di dati e la latenza: più l’intelligenza artificiale di Google diventerà sofisticata, più vedremo un’elaborazione locale man mano che le cose diventeranno più veloci ed elimineremo la necessità di avere una connessione, rendendola più accessibile a chi si trova nei Paesi in via di sviluppo o su piani di dati limitati.

Google Assistant diventerà più intelligente nel 2020 e lo sarà in un maggior numero di dispositivi. È anche probabile che vedremo apparire un maggior numero di servizi come la traduzione e la trascrizione dal vivo in altri servizi, e funzioni come Google Duplex che stanno diventando sempre più diffuse a livello internazionale.

Google Pixel smartphone

Google produce i propri telefoni solo da quattro anni. Il successo è stato nella fotocamera ed è quello che ci aspettiamo che il Pixel 5 offra: più capacità di ripresa, migliori prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione.

Google sta già dimostrando di essere consapevole del prezzo e ci aspettiamo che un Pixel 4a possa regalare un’offerta a prezzi accessibili – ma sarà tutta una questione di fotografia computazionale piuttosto che di numero di macchine fotografiche.

Nest and home devices

Google ha unito Nest e Google Home nel marchio Nest, facendo di Nest una vera e propria casa. Il dispositivo che non è stato inglobato è l’originale Google Home, quindi ci si potrebbe aspettare una versione aggiornata dell’altoparlante Home originale di Google, per combattere la crescita di Amazon Echo.

Indossare Wear OS e wearables

Avrete notato che l’ecosistema del sistema operativo Wear OS ha subito un rallentamento. Da tempo si parla anche di un dispositivo di punta di Wear OS – Pixel Watch – che è stato cancellato per il 2019, dopo un paio d’anni di voci. Wear OS sembra una sorta di piattaforma in cui la divisione hardware di Google non è coinvolta.

Ma pensiamo che Google farà perno sui wearables, sfruttando l’acquisizione di Fitbit per portare agli appassionati di sport dispositivi fitness più intelligenti che utilizzano Google AI.

Android

Sappiamo che arriverà Android 11 e sappiamo che probabilmente porterà potenziamenti dell’IA e più Assistant di qualità. Ma cos’altro offrirà? È difficile prevedere cosa Google potrebbe aggiungere ad Android, ma si parla già di scheduled dark mode e di una funzione di condivisione che potrà tranquillamente rivaleggiare con l’AirDrop di Apple, che potrebbe rendere più facile lo spostamento dei file per tutti nell’ecosistema Android.

Google Stadia

Il grande servizio di cloud gaming di Google Stadia è stato lanciato nel 2019, ma questa piattaforma è talmente giovane che il 2020 può essere visto solo come un’opportunità per spingere il servizio ed espandere la sua crescita mentre Google cerca di renderlo accessibile al maggior numero possibile di persone. Ci aspetteremmo incentivi, integrazione con altre piattaforme e molti altri giochi, perché sarà in competizione con la nuova Xbox e la nuova PlayStation 5 per l’attenzione.

Chrome OS e Chromebook

Google ha ufficialmente chiamato all’appello i suoi tablet Android, quindi ha senso vedere Chrome OS come la piattaforma per i tablet di Google dei prossimi anni. Chrome OS ha ancora alcuni ostacoli da superare, perché non gestisce cose come account multipli per lo stesso utente, così come Android. Ma con il supporto per le applicazioni Android, Chrome sta diventando una proposta più competitiva, soprattutto nel mercato dei laptop a basso costo, nel campo dell’istruzione, anche se Phil Schiller della Apple non è d’accordo.

Ci aspettiamo da una serie di partner una serie di nuovi Chromebooks, dal premium al 2-in-1 . Potremmo anche vedere un Chromebook alimentato da Qualcomm Snapdragon.

 

Iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005, titolare dello studio di consulenza marketing AppTur, come copywriter mi occupo di seo copy e seo writing per aziende e web agency a livello nazionale

Il nostro Seo blog

Siamo una Web Agency che abbiamo come focus principale la soddisfazione dei clienti. Queste sono le nostre news e guide sul mondo del web marketing.

Richiedi preventivo gratis

Servizi professionali di Web Marketing. Siamo esperti in strategie digitali e Seo per far prendere il volo alla tua azienda!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Articoli di Blog Seo

Tutti gli articoli