Google e Bing parlano di spam e sanzioni web

No Comments

In questo mese Google e Bing hanno aggiornato gli algoritmi per migliorare i risultati di ricerca e parlano di spam e sanzioni web.

Frédéric Dubut, capo del team spam di Bing e Fili Wiese, un ex googler che ha lavorato allo spam e alle azioni manuali, hanno parlato  degli algoritmi e delle penalità e sanzioni di Google e Bing mercoledì a Seattle durante il SMX Advanced.

Dubut ha detto che i motori di ricerca rimuovono lo spam dai loro indici di ricerca al fine di proteggere gli utenti dal vedere risultati di ricerca errati o risultati di ricerca manipolativa. Lo fanno anche per promuovere i siti web che lavorano correttamente e che seguono le regole, mentre stanno tagliando i siti che non sono “corretti”.

Wiese ha detto che Google ha un approccio diverso. Svolge azioni manuali per aiutare gli editori e i proprietari dei siti a sapere cosa è conforme alle linee guida di Google tanto che vengono fatte delle vere e proprie azioni manuali per correggere i risultati della ricerca, anche se sono focalizzati più sull’educazione che sulla promozione dei siti web.

Gli aggiornamenti dell’algoritmo dei motore di ricerca non sono penalità

I cambiamenti algoritmici dei motori di ricerca non sono penalità. Non hanno lo scopo di declassare siti specifici, ma piuttosto di mostrare il miglior tipo di pagine per una singola query. Gli aggiornamenti algoritmici riguardano l’input e l’output, ha affermato Wiese, dove gli input sono controllati da editori, webmaster e SEO.

Wiese ha spiegato come funziona il motore di ricerca di Bing presentandolo come un complessa macchina che costruisce un motore di ricerca per pensare a cosa renderebbe felici gli utenti, e quindi a costruire linee guida e set di formazione.

I set di allenamento possono essere giudicati dalle persone per vedere cosa funziona e per rendere felici gli utenti e quindi addestrare l’algoritmo a perfezionare il ranking.

Bing spinge i modelli verso sottoinsiemi di utenti per poi capire se questi ricercatori della vita reale sono soddisfatti dai risultati della ricerca. Questo processo è un processo continuo che Bing esegue con i suoi aggiornamenti algoritmici.

Generalmente Bing preferirebbe che un algoritmo si occupasse di gestire i siti contenenti spam e non facesse azioni manuali. Quindi guarda come gli utenti reagiscono ai risultati della ricerca, restituendo, nel tempo, l’algoritmo di ranking effettivo. Non è sempre perfetto, ed è per questo che gli algoritmi di ricerca continuano ad aggiornarsi.

Bing ha una guida di raters di 42 pagine e non le pubblica, mentre Google ha un documento di 166 pagine che pubblica e aggiorna periodicamente, tanto che i “giudici” di Bing non sono poi così diversi dai “valutatori di qualità” di Google.

Bing utilizza metriche di clic solo quando valuta come funziona l’algoritmo di ranking della ricerca, non è un input diretto su come Bing classifica le pagine, ma piuttosto una metrica che Bing esamina in seguito per vedere se gli utenti sono soddisfatti dei risultati della ricerca.

L’unica costante di tutti gli algoritmi di ricerca, Google e Bing in primis, è che stanno cambiando costantemente, come ha detto Dubut di Bing. Bing non annuncia aggiornamenti perché sono costanti, settimanali o anche a cadenza più ristretta.

Google, al contrario, conferma o annuncia alcuni aggiornamenti, generalmente i più importanti per rendere la vita dei SEO e dei webmaster più semplice ed intuitiva.

Sono un amante del web prima di tutto, Seo e link builder di Torino. Aiuto le aziende a vendere di più tramite strategie di web marketing.

Il nostro Seo blog

Siamo una Web Agency che abbiamo come focus principale la soddisfazione dei clienti. Queste sono le nostre news e guide sul mondo del web marketing.

Richiedi preventivo gratis

Servizi professionali di Web Marketing. Siamo esperti in strategie digitali e Seo per far prendere il volo alla tua azienda!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Articoli di Blog Seo

Tutti gli articoli

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.