Google: Negative SEO e problemi di ranking

No Comments

John Mueller di Google spiega come la negative SEO negativi impatta sui problemi di ranking

In un Hangout per i webmaster di Google, un editor ha riferito in che modo i siti attaccati da negative SEO hanno subito un calo del ranking

È stato chiesto a John Mueller di Google, partendo da quell’aneddoto, se e come la negative SEO agisce sui siti web.

Cosa è la Negative SEO 

La negative SEO si ha quando le persone pagano per inviare link di bassa qualità ai propri concorrenti. Molte volte questi collegamenti di bassa qualità sono di natura adult.

Una pratica non solo sleale ma che può fare danni enormi al ranking di un sito web. O almeno così si pensa visto che Google ha sempre detto che basta ignorare tali link e non bisogna fare nulla. Ecco cosa dice Mueller in proposito partendo da un fatto realmente esistito.

Aneddoto sulla negative SEO 

L’editore ha riferito un aneddoto sulla negative SEO dicendo che i siti attaccati da questa strategia SEO malevola subiscono cadute di classifica, che se non riconoscono e si fermano, le classifiche non tornano mai più come erano prima prima.

“Abbiamo visto alcuni siti interessati dal SEO black hat. Hanno costantemente cattivi link puntati su di loro ogni giorno e hanno anche visto alcuni grandi cali.

Dobbiamo costantemente bloccare i link errati. Continui a sostenere che i link non validi non contano? ”

Quanto sopra è una situazione abbastanza comune con i siti che perdono di ranking. Una volta trovato il link spam, anche se si fa disavow le classifiche non tornano più quelle di prima.

A un certo punto, un SEO dovrebbe fermarsi e considerare che se rinnegare i link SEO negativi non ha risolto il problema, forse i link SEO negativi non sono il problema.

Cosa dice John Mueller sul disavow link spam

“Quindi questo è certamente qualcosa su cui i nostri sistemi lavorano molto per assicurarsi che qualsiasi tipo di negative SEO o qualsiasi tipo di backlink irrilevanti, backlink innaturali che per quanto possibile siamo in grado di ignorarli completamente.”

Mueller riferisce quindi che ci sono casi in cui i link errati hanno avuto un effetto negativo.

Dice che in quei casi i link non erano negative SEO. I link di spam erano in realtà il lavoro di un SEO che l’editore aveva assunto.

Al momento esiste una situazione endemica nella search local SEO, in particolare nelle nicchie legali e di miglioramento della casa.

Sembra che ci siano marketer di ricerca senza scrupoli che acquistano link per i clienti senza capire quali siano gli effetti negativi.

Cioè esistono settori dove la link building a pagamento vine fatta in modo sbagliato e crea penalizzazioni.

Ecco cosa ha detto Mueller:

“Di solito i casi in cui vedo che sta succedendo qualcosa intorno alla negative SEO sono una specie di casi in cui li guarderesti manualmente, diresti, beh, sembra che qualcuno abbia creato questi link nel passato.

E non è proprio un concorrente, ma forse un SEO che ha lavorato per l’azienda.

Quindi è qualcosa in cui il nostro team di spam web, se lo osserva e vede questo tipo di situazione in cui è davvero improbabile che un concorrente abbia creato linki per un sito web nel corso dell’ultimo decennio, quindi potrebbe essere qualcosa dove direbbe il team di spam Web, beh forse dovresti ripulire quei link. “

Vittime della negative SEO 

Nella nostra esperienza di assistenza ai clienti come agenzia SEO, abbiamo individuato due tipi di vittime della negative SEO.

Il primo tipo, solo coloro che stanno andando alla grande fino a quando non si verifica un aggiornamento e il traffico scompare. Controllando i loro profili backlink vediamo che negli ultimi sei mesi o più hanno accumulato alcuni backlink davvero cattivi.

Quindi iniziano ad aggiornare la lista dei disavows su Google.

Il secondo tipo di vittima della negative SEO è quello che è costantemente sotto attacco dove mese dopo mese si accumulano sempre più link tossici.

E il ranking non tornerà mai più quello di un tempo. Non importa quanti link terribili vengano negati, le classifiche non torneranno mai più.

Entrambe queste vittime delle negative SEO sono come i criceti che corrono su una ruota che gira furiosamente per tornare alle loro classifiche. Ma come sappiamo il criceto corre ma rimane sempre lì (come nella foto)

Ci sono rari aneddoti in cui le classifiche non ritornano più dopo aver archiviato un rifiuto. Ma quelli sono rari e sono letteralmente coincidenze.

Quando si verifica un ampio aggiornamento di base di Google, non si tratta sempre di penalizzare i siti per i link spam casuali. Riguarda sempre cose più reali come quanto un sito siano più o meno rilevante per una query, il suo trust e la sua authority.

Iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005, titolare dello studio di consulenza marketing AppTur, come copywriter mi occupo di seo copy e seo writing per aziende e web agency a livello nazionale

Il nostro Seo blog

Siamo una Web Agency che abbiamo come focus principale la soddisfazione dei clienti. Queste sono le nostre news e guide sul mondo del web marketing.

Richiedi preventivo gratis

Servizi professionali di Web Marketing. Siamo esperti in strategie digitali e Seo per far prendere il volo alla tua azienda!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Articoli di Blog Seo

Tutti gli articoli